apparatus (derivative)

Un’altra distinzione negli apparati orizzontali viene fatta tra apparato progressivo o derivativo. Una volta ripetuta in apparato la porzione di testo coinvolta da variante, seguita dalla parentesi quadra chiusa, le correzioni possono essere rappresentate in forma progressiva o derivativa, a seconda dell’ordine seguito nella catena delle varianti.

[…]

Nell’apparato genetico le correzioni seguono invece l’ordine inverso, derivativo, dall’ultima alla prima: la catena delle varianti inizia con l’abbreviazione da seguita dalla penultima correzione, il che significa che la lezione che si trova a testo è ricavata dalla penultima e che questa a sua volta è ricavata dalla terzultima ecc., e così di seguito fino alla prima lezione:

             lezione a testo] da D da C da B da(Italia and Raboni 2010, 60)

Related entries

Tags:

Comments are closed.